Cine for Us a Pedalino

Prosegue la rassegna cinematografica che coniuga divertimento e testimonianze

Anche quest’anno la Fondazione San Giovanni Battista è partner della rassegna cinematografica Cine For Us, giunta alla sesta edizione.

Domenica 12 gennaio, in occasione della proiezione del film di Roberto Benigni “Pinocchio”, la sala del Centro Culturale Esperia di Pedalino ha ospitato il presidente della Fondazione San Giovanni Battista, Renato Meli, alcuni operatori e beneficiari del progetto Siproimi “Farsi Prossimo”.

Dopo la visione del film, l’intervento di Momo, ex beneficiario del progetto Farsi Prossimo, che oggi lavora presso una pizzeria di Pedalino. La sua è una bella testimonianza di come chi ha voglia di farcela, se adeguatamente sostenuto, può raggiungere una piena integrazione socio- economica nel nostro territorio. “Momo – spiegano gli operatori del progetto – quando era ospite del progetto Farsi Prossimo, ha conseguito la licenza media, in seguito ha svolto un tirocinio presso la pizzeria dove attualmente lavora. I titolari della pizzeria hanno deciso di assumerlo, attualmente vive e lavora a Pedalino, dove ha anche conseguito la patente di guida”.

Presenti in sala anche i fratelli Cheikh e Ibrahima, anche loro ex beneficiari del progetto, che hanno intrapreso un percorso di integrazione rispettivamente a Comiso e a Ragusa: Cheikh lavora presso un’azienda agricola, Ibrahima, sordo, nonostante la sua condizione di vulnerabilità, con il sostegno del progetto ha trovato lavoro presso un autolavaggio di Ragusa.

Prima del consueto sorteggio di gadgets e buoni offerti dagli sponsor della rassegna cinematografica, l’intervento del presidente Meli, che ha lodato la capacità dell’iniziativa di riunire la comunità locale di bambini e adolescenti per condividere un momento non solo di svago, ma anche di riflessione su temi importanti quali l’amicizia, la solidarietà e il rispetto per la diversità. “Il valore di questa iniziativa – afferma Meli – è molteplice. Mette insieme diverse generazioni, distoglie per un po’ ragazzi e adulti dallo smartphone, continua a dare importanza al significato della comunità educante, custodisce e migliora le relazioni. E anche di fondamentale importanza la variegata e composita presenza dei patrocinatori, dalla Fondazione che rappresento al Comune di Comiso, dalla Parrocchia alla Polisportiva, dalla Scuola all’Avis e alla Banca agricola popolare di Ragusa, che testimonia una condivisione d’intenti nei confronti di questa bella Frazione”.

Condividi su:

Leave a Comment

Your email address will not be published.